Parma trascrive quattro atti di nascita di bambini arcobaleno. Il sindaco: «Protesteranno? Spero non siano così ignoranti»



Federico Pizzarotti, sindaco di Parma e presidente di Italia in Comune, ha trascritto l'atto di nascita di quattro bambini figli di altrettante coppie di genitori gay.
«Io non l'ho fatto contro qualcuno o per protesta: la famiglia è dove ci sono persone che si vogliono bene, al di là del sesso», dichiara. Ad un giornalista che gli ha domandato se non temesse bacchettare da quel ministro Salvini che ha fatto dell'omofobia una caratteristica fissa della sua propaganda contro le famiglie italiane, Pizzarotti replica: «Spero non siano così ignoranti da voler bacchettare. Ma io non ho tolto nulla a nessuno. Per me è giusto che queste famiglie abbiano gli stessi diritti, senza toglierne agli altri. E' questo del resto il bello dei diritti: puoi darne senza toglierne. Poi si parla di Salvini e va bene, fa contorno, ma fare politica vuol dire fare qualcosa di coerente con quel che dici, quel che non vedo nel governo».
Commenti