Salvini non si presenta al Cdm sul terremoto per andarsene alla festa della Lega



Il ministro dell'interno Matteo Salvini ha deciso di saltare il Consiglio dei ministri straordinario organizzato per far fronte all'emergenza terremoto in Sicilia perché ha preferito andare a divertirsi all'ennesima festa della Lega. Mentre centinaia di sfollati sono lontani dalle loro case, lui trangugiava cibo alla "Berghem Frecc" di Albino, in provincia di Bergamo. Anche dopo il crollo del ponte Morandi, Salvini preferì una festa della Lega ad un doveroso viaggio sul luogo dell'incidente.
Il leghista ha dichiarato che: «Non è irrispettoso saltare il Cdm, dai terremotati sono andato ieri, il governo è una squadra e stiamo lavorando». Il riferimento è a quella visita in cui si è scattato selfie mentre trangugiava arancini tutto sorridente. E se avesse lavorato un solo giorno nella sua vita (tesi confermata dai giudici dato Salvini perse la sua causa contro chi accusò di non aver mai lavorato) forse saprebbe che la presenza dei dirigenti alle riunioni serve per poter assumere determinate decisioni. Anche perchè, se davvero i suoi sottoposti avessero pari potere decisionale, non so capirebbe perché è solo Salvini ad intascarsi un doppio stipendio.
E non è andata meglio a Bergamo, dove Salvini non solo si è presentato con un'uniforme della polizia di stato, ma ha anche inscenato una delle sue solite carnevalate. Difendendo i selfie che lo ritraggono tutto sorridente a trangugiare Nutella a poche ore dall'assassinio di un pentito che il suo ministero avrebbe dovuto difendere dalla mafia, il leghista è arrivato con un barattolo di Nutella dicendo: «Me lo ha regalato una signora, con una dedica speciale di buon lavoro».
Certo, sempre se andasse a lavorare al posto di preferire le feste...
2 commenti