Tumblr annuncia il suo sucidio: dal 17 dicembre metterà al bando le immagini per soli adulti



In principio, i creatori di Tumblr difesero a spada tratta la presenza di immagini di nudo integrale sostenendo che fossero parte della libertà di espressione dei loro utenti. Poi nessuno rimise in discussione la scelta, forse ben consapevoli di ciò che era evidente a tutti: quella era diventata la loro fetta di mercato principale. Tumblr era l'unico social network generalista su cui gli utenti potevano condividere immagini di nudo e i filtri che ne impedivano la visione ai minorenni tutelavano gli standard etici.
Ieri è arrivato un filmine a ciel sereno. Il CEO, Jeff D'Onofrio, ha annunciato una revisione delle loro norme, prendendo la messa al bando di qualunque immagine mostri nudità. E già dal prossimo 17 dicembre, tutto il materiale per adulti verrà cancellato dalla piattaforma.
L'assurdità della scelta è il presumibile motivo per cui anche testate giornalistiche come The Indipendent o Usa Today hanno dato ampio alla notizia, sottolineando come quella decisione abbia letteralmente scioccato la rete. Qualche giornale già ipotizza che forse Tumblr non arriverà a mangiare il panettone, consci di come una simile decisione paia come un annunciato suicidio. Qualcun altro si limita a domandarsi: ma se non ci potranno più postare immagini di nudo, a che serve Tumblr?
2 commenti