Ha titolato: "Cala il pil ma aumentano i gay". Ristora toglie la pubblicità da Libero



Comprereste mai chi finanzia la propaganda razzista e omofobia defecata da quella carta straccia che è il quotidiano Libero? Probabilmente no, motivo per cui Ristora ha annunciato che ritirerà la sua pubblicità dal quotidiano dopo la vergognosa prima pagina che accosta il calo del Pil ad una crescita di persone che si dichiarano omosessuali.
«Abbiamo ricevuto una valanga di critiche ma anche di insulti -ha spiegato un portavoce aziendale a Lettera43.it- ed è la terza o quarta volta che succede per un titolo di Libero. Ci hanno detto che siamo conniventi, ma noi pianifichiamo e compriamo la pubblicità con programmi trimestrali e non possiamo certo conoscere i titoli in anticipo».
Ristora è lo sponsor apparso sulle prima pagine in cui Libero ha dichiarato che gli islamici sono dei «bastardi», che i migranti «portano le malattie» o che Virginia Raggia abbia una «patata bollente». Hanno finanziato le pagine in cui il quotidiano di Feltri ha detto che gli stranieri avrebbero portato «fame e malattie» o quelle in cui i meridionali vengono messi all'indice come «terroni». Ora pare che finalmente la smetteranno di dare i soldi dei loro consumatori a chi fomenta l'odio per scopi politici.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12]
4 commenti