I miliziani di Forza Nuova tornano a fare terrorismo: «Impediremo lo svolgersi del Pride»



È un'esplicita minaccia rivolta agli organizzatori del Lazio Pride quella che i neofascisti di Forza Nuova ha lanciato per voce del camerata Valerio Arenare. Annunciando l'intenzione di impedire la libertà di espressione altrui in nome dei loro patetici pregiudizi e delle loro bugie propagandistiche, affermano:

Si apprende dalla pagina Facebook di “Lazio Pride”, l’organizzazione promotrice dell’evento, che quest’anno il gay pride sarà effettuato in una città a scelta tra: Albano Laziale, Frosinone, Ostia, Viterbo, Guidonia e Latina.
Forza Nuova, per il tramite del coordinatore regionale Valerio Arenare, esprime contrarietà: “Il gay pride è una sfilata emblema dell’ostentazione omosessualista, che non ha nulla a che vedere con la libera espressione e che viola le norme del buon senso e del buon costume. Per questo siamo pronti a mobilitarci ed a protestare vibratamente per impedire che sia fatto in una qualunque città del Lazio”.
4 commenti