Il Comune di Varallo patrocina il comizio anti-gay di Gianfranco Amato



In quello che fu il comune del leghista Gianluca Bonanno, è l'amministrazione guidata da Eraldo Botta ad aver concesso un vergognoso patricinio pubblico ad uno dei comizi anti-gay organizzati dal fondamentalista Gianfranco Amato.
Stando alla locandina, si tratterà dell'ennesimo show volto a creare paura attraverso lo sventolio del fantasma «gender» e il suo sostenere che le persone transessuali «sceglierebbero» il loro genere dato che lui non accetta possa essere data dignità a chi non è espressione del suo vissuto. Il tutto sarà sponsorizzato anche dalla parrocchia sotto la conduzione della responsabile della biblioteca civica:



A riprova delle finalità partitiche delle invettive anti-gay di Gianfranco Amato, l'ex segretario di Adinolfi sarà ospite a Radio Padania Libera, ossia l'emittente secessionista di Matteo Salvini:


Ed ancora, è santificando il sacerdote di Parma che vorrebbe rendere orfani i figli dei gay che Amato rilancia la stampa di Belpietro al fine di sostenere che bisogns votare Salvini se si vogliono veder calpestati i diritti dei gay:


Al solito, tutta la sua retirica non è per creare un qualcosa ma solo per attaccare qualcuno.
1 commento