Il fondamentalismo chiede la nomina di un «ambasciatore Europeo permanente per la promozione della libertà religiosa»



Il fondamentalista Filippo Savarese si dice convinto che i diritti civili dei gay sarebbero in violazione della sua presunta «libertà religiosa» in virtù di come lui esiga che ai suoi coiti venga dato un valore sociale e giuridico. E se non serve certo un genio per comprendere quanto sia assurdo il fatto che qualcuno chiede di poter fare tutto ciò che lui vuole mentre esige che agli altri sia negata pari dignità in nome di come lui non si faccia problemi a stuprare il nome di Gesù cristo per giustificare il suo odio, surreale è come il fondamentalista sia arrivato a chiedere l'istituzione di un commissario che lui spera venga incaricato di proteggere chi usa la religione per finalità discriminatorie.
Lanciano una petizione al limite del tragicomico, è attraverso il suo profilo Facebook che il fondamentalista scrive:

Barack Obama nominò un Ambasciatore USA per i diritti Lgbt nel mondo per fare pressione su Governi e diplomazie (soprattutto africane) affinché aprissero a matrimoni gay, Gender nelle scuole e utero in affitto. CitizenGO chiede all'Unione Europa di nominare un Alto Rappresentante che si batta nel mondo per la Libertà religiosa e di culto dei Cristiani e di tutte le altre minoranze perseguitate a causa del loro credo. È il momento di distinguersi per ciò che fa veramente la differenza tra la Civiltà e la barbarie. Il Parlamento Europeo ne discuterà il 14 gennaio.

Se è patetico che a parlare di libertà religiosa sia un tizio che non ha mai avuto rispetto per la libertà altrui o per chiunque professi un credo diverso dal suo, ancor più ridicolo è come tale richiesta arrivi da quel feroce omofobo che girava l'Italia con un pulmino arancione finalizzato a chiedere che alle persone transessuali venisse negato persino il diritto basilare all'identità.
2 commenti