La Lega di Matteo Salvini apre le porte di Montecitorio al simpatizzante dell'RSI



Ha organizzato preghiere contro i migranti, ha ostentato parole antisemite, ha celebrato simboli fascisti ed ha promosso l'omofobia in tutte le sue forme. Ex candidato per Forza Nuova, oggi si è riciclato sulla scena politica come sostenitore di Matteo Salvini, E tanto dev'essergli bastato per ottenere spazi a Montecitorio al fine di promuovere il suo libri in cui tenta di sostenere che il populismo sarebbe il volere di Dio. Non solo. A rendere ancor più imbarazzante il tutto è come il parlamentare Vito Comencini (Lega) si offrirà di fargli da promoter durante quel suo comizio che verrà finanziato a spese degli italiani:



Per comprendere la gravità del fatto, forse basterebbe anche solo guardare alla lunga lista delle aberranti iniziative organizzate da Matteo Castagna. Eppure pare che al governo giallo-verde i neofascisti siano simpatici e che non vedano problemi nell'offrire loro spazi pubblici per promuovere la loro ideologia.
3 commenti