L'assessore leghista su Facebook: «Il migrante vien dall'Africa col barcone per rubarvi la pensione»



Se ieri il vicesindaco leghista di Trieste si vantava di aver rubato delle coperte ad un senzatetto, oggi è l'assessore comunale leghista alla sicurezza del Comune di Monfalcone ad aver dato libero sfogo al razzismo leghista dalle pagine del suo profilo Facebook.
Proponendoci patetiche filastrocche, l'ex poliziotto Massimo Asquini ha trovato divertente scrivere:

Il migrante vien di notte con le scarpe tutte rotte/ vien dall'Africa il barcone per rubarvi la pensione/ nell'hotel la vita è bella nel frattempo ti accoltella/ poi verrà forse arrestato e l'indomani rilasciato.

Davanti a leghisti che non perdono occasione per fomentare una paura che il loro "capitano" userà politicamente per accaparrarsi voti sulla pelle dei più deboli, in tanti hanno espresso sgomento davanti alla ferocia di quelle parole. L'opposizione che chiede le sue dimissioni e «la convocazione di un Consiglio comunale urgente, con la presenza del Questore e del Prefetto».
Asquini si difende dicendo che quella è la sua pagina personale e, in nome della «privacy», i cittadini non dovrebbero guardare quello che i loro amministratori scrivono in spazi pubblici.
4 commenti