Michael Lucas annuncia il suo ritiro dalle scene



Oggi 46enne ed interprete di oltre trecento film, Michael Lucas ha annunciato che nel 2020 si ritirerà dal suo ruolo di attore pornografico. Continuerà la sua attività di produttore e di regista, ma non più quello di protagonista.
L'attore ha anche annunciato che, il suo abbandono delle scene, pubblicherà la sua autobiografia in cui un intero capitolo sarà dedicato alle celebrità che negli anni novanta lo riempirono di soldi pur di assicurarsi i suoi servigi da escort.

Nato a Mosca il 10 marzo 1972, si è laureato laurea in legge. Dopo aver lavorato per qualche tempo per un'agenzia turistica, ha iniziato a lavorare come modello di nudo e come escort. La sua carriera da attore pornografico ha inizio in Germania, dove appare in alcuni film pornografici eterosessuali. Solo dopo essersi trasferito per due anni in Francia, debutta nella cinematografia gay sotto alla guida del regista Jean-Daniel Cadinot attraverso due film in cui appare con lo pseudonimo di Ramzes Kairoff. Verso la metà degli anni '90, Lucas si trasferì negli Stati Uniti ed iniziò a lavorare come attore in esclusiva per la Falcon Entertainment. Nel 1998 fonderà una sua compagnia di produzione, la Lucas Entertainment, grazie ai soldi risparmiati con il suo lavoro da escort.
Mentre la sua società ha conquistato importanti fette di mercato, ad oggi Michael Lucas ha sempre continuato a lavorare anche come attore.
Tra le curiosità, nel 2006 Lucas produsse un remake a luci rosse ispirato alla Dolce Vita, aggiudicandosi ben 14 GayVN Awards. L'italiana International Media films lo denunciò per presunta violazione di copyright e per uso improprio di un marchio commerciale, ma nell'aprile del 2010 un giudice federale sentenziò che Lucas non aveva violato alcuna legge sul diritto d'autore dato che il film di Fellini era un'opera così importante per la cinematografia da dover essere ritenuto di dominio pubblico, quindi liberamente citabile.
Commenti