Torinese aggredito dal branco: «Brutto ricch**ne ti ammazziamo»



Il branco si è avvicinato con la scusa di volergli chiedere una sigaretta. Poi, quando lui ha risposto di non averne, è scattata l’aggressione. «Brutto ricchione ti ammazziamo», gli hanno urlato. In dieci lo hanno preso a pugni e calci prima di rubargli il borsello e le chiavi di casa.
Alla vittima, un uomo cardiopatico di cinquantatré anni, sono state riscontrate lesioni multiple, ecchimosi e fratture al setto nasale.
È questa la cronaca dell'ennesima aggressione omofoba verificatasi a Torino, ancora una volta effettuata da balordi che agiscono in branco.
Giziana Vetrano, coordinatrice del Torino Pride, ha commentato: «Ho potuto parlare a lungo con lui, che ho trovato davvero molto provato sia fisicamente che moralmente».
6 commenti