Abruzzo, Salvini viola il silenzio elettorale per invitare a votare il suo partito



Matteo Salvini non perde occasione per mostrare che lui se ne frega delle leggi e che lui ritiene di poter fare tutto ciò che gli pare. Dopo il teatrino delle uniformi, questa volta è nel bel mezzo del silenzio elettorale che il ministro degli interni ha pubblicato su Facebook e su Twitter ben tre messaggi in cui invitava gli abruzzesi a votare Lega. Ad aggiungere la beffa al danno è come dovrebbe essere proprio lui a vigilare sulla propaganda elettorale.
La normativa in materia di silenzio elettorale vieta esplicitamente la propaganda a favore di una formazione politica nel giorno precedente e in quello stabilito per le elezioni.

Zingatetti commenta: «Il ministro Salvini viola la legge elettorale facendo propaganda. Pensano al partito distruggendo l'Italia. L'arroganza e l'incapacità al potere, iniziamo a mandarli a casa». Gentiloni aggiunge: «In una domenica elettorale il ministro dell'Interno non deve fare propaganda. Punto».
2 commenti